Aiuto
Menu

Come verniciare il ferro: tecniche e attrezzatura necessaria

Come verniciare il ferro: tecniche e attrezzatura necessaria

Verniciare il ferro è un’operazione che di solito si effettua con una certa frequenza, visto che il materiale è soggetto a corrosione e non dovrebbe essere difficile da eseguire. Tuttavia, per effettuare una verniciatura perfetta o perlomeno apprezzabile è necessario seguire determinati accorgimenti. Ecco dunque una guida su come verniciare il ferro senza ricorrere per forza ai professionisti.

Come sgrassare ferro prima di verniciare

Prima di iniziare la verniciatura del ferro bisogna procedere a delle accurate operazioni di sgrassatura. Questa fase è infatti quella determinate prima di verniciare il ferro ed è quella che assicura un buon risultato finale. Mai verniciare ferro arrugginito senza prima aver trattato la superficie con adeguatezza: l’azione negativa esercitata dagli agenti atmosferici ha prodotto la ruggine e per eliminarla bisogna effettuare dei passaggi che vanno a togliere lo strato ossidato.

Prima di verniciare ferro con ruggine che può essere quello di una ringhiera, di un cancello o altro, bisogna dunque provvedere a sgrassarlo della patina che si è formata, utilizzando dei prodotti o degli strumenti a seconda del grado di ruggine presente. Se il ferro è in buone condizioni e non è eccessivamente arrugginito è possibile ricorrere a dell’acqua ragia: con l'aiuto di una spazzola a setole rigide lo strato ossidativo andrà subito via. È anche possibile utilizzare delle lime manuali o della carta abrasiva, a seconda dell’oggetto e del risultato che si desidera ottenere.

Esistono anche degli sverniciatori chimici da applicare a pennello, di solito presenti in gel, che non colano e quindi facili da utilizzare. In alternativa, ma soprattutto se la ruggine è davvero tanta, è consigliabile passare un trapano con una spazzola metallica circolare. Se la ruggine è molto estesa, la soluzione migliore è quella di usare una levigatrice sulla quale va applicata della carta abrasiva adatta per il ferro. Quando passate la levigatrice, fate attenzione a non premere in modo eccessivo per non rovinare la superficie dell’oggetto che state sistemando.

Tecniche per verniciare il ferro

Sia per verniciare ferro grezzo che per verniciare ferro battuto, ma anche per verniciare ferro cromato, ci sono diverse tecniche, che vanno scelte a seconda della preferenza e della dimensione dell’oggetto in ferro da verniciare. Ecco le due tecniche più utilizzate e quelle a cui fare affidamento:

  • Verniciatura con pennello
  • Verniciatura a spruzzo

La verniciatura a pennello consiste nell’applicare la vernice fluida, ovviamente della giusta consistenza, sulla superficie da dipingere. Il pennello andrà scelto tra le varie forme e dimensioni disponibili in base alla grandezza e alla tipologia dell’oggetto. Nel caso si tratti di superfici molto estese, è anche possibile utilizzare il rullo. Tra i pennelli per verniciare ferro sono necessari:

  • Pennello tondo – è ideale per applicare la vernice su superfici irregolari
  • Pennello piatto – è indicato per applicare la vernice su superfici piane di media grandezza
  • Pennello a gomito con manico sottile – è ideale per arrivare a dipingere in punti nascosti e difficili da raggiungere
  • Pennello piccolo – indicato per eseguire ritocchi di precisione

Come verniciare il ferro a spruzzo

Con la verniciatura a spruzzo si può dipingere il ferro avvalendosi, invece dei soliti pennelli da imbianchino, di un compressore e di una pistola. In questo caso la vernice viene nebulizzata direttamente sulle superfici da trattare. Per verniciare il ferro a spruzzo è necessario procere in questo modo:

  • Prima di iniziare a verniciare ferro a spruzzo bisogna tarare e predisporre la pistola e il compressore in base al tipo di lavoro da eseguire
  • Svitare il contenitore per la vernice dalla pistola e controllare la posizione della canula di aspirazione. Ricordare che per verniciare in verticale occorre orientare la canula in avanti, se verso l’alto spostare la canula all’indietro oppure verso il basso
  • Accendere il compressore e farlo scaldare per qualche istante
  • Regolare il getto della pistola o dall’ugello o da un regolatore posto vicino ad esso
  • Definire anche la potenza del getto di vernice da erogare
  • Una volta eseguiti tutti questi accorgimenti, iniziare l’operazione eseguendo col braccio movimenti lenti e costanti

Come verniciare ferro zincato

Per verniciare ferro zincato e ottenere un ottimo risultato è necessario prima di tutto applicare un fondo specifico che faccia da primer. Sopra il primer è possibile passare l’antiruggine e successivamente la vernice scelta per il ferro. Nel caso in cui si tratti di ferro zincato già trattato a smalto, prima di riverniciare occorre eliminare lo smalto precedente, utilizzando preferibilmente sverniciatori chimici o la pistola per la sverniciatura a caldo.

Quale vernice usare per il ferro

La vernice per ferro è presente in due tipologie diverse, a solvente o ad acqua. La vernice a solvente è diluita con sostanze chimiche come acqua ragia o petrolio bianco: trattandosi di sostanze aggressive, in genere viene utilizzata maggiormente per verniciare il ferro che si trova all'esterno. Questo tipo di vernice permette di ottenere un effetto estetico brillante ed è facile da pulire. La vernice all'acqua per ferro è invece meno aggressiva ed è anche meno nociva alla salute dell’uomo e dell’ambiente. Poiché ha un effetto meno coprente, questo tipo di vernice richiede qualche passata in più, ma i risultati sono eccezionali: asciuga in breve tempo ed è anche di facile manutenzione.

Vai all'articolo precedente:Come verniciare i termosifoni e farli tornare come nuovi!
Vai all'articolo successivo:Come sverniciare il ferro: tecniche, attrezzature e consigli utili
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image