Aiuto
Menu

Come motorizzare le tapparelle di casa

Come motorizzare le tapparelle di casa

Le tapparelle motorizzate con telecomando sono una delle innovazioni domestiche di maggiore impatto per una casa moderna, che possa essere al passo con i nuovi dettami della domotica. Inoltre rispetto a tante altre migliorie, la sua installazione non è assolutamente invasiva, e non porterà via molto tempo per avere a disposizione il meccanismo automatico di movimentazione delle tapparelle.

Vediamo allora come montare un motore per tapparelle in maniera facile e veloce, con soluzioni anche fai da te senza spendere cifre troppo impegnative.

Fasi preliminari prima del montaggio tapparelle motorizzate

Naturalmente prima di cominciare con le operazioni di automatizzazione delle tapparelle, si dovranno smontare alcuni componenti della vecchia struttura per fare spazio ai nuovi meccanismi. Dovranno quindi essere sganciate le tapparelle dal vecchio rullo, e una volta rimosse si dovrà slegare la corda e levare gli avvolgitori che non serviranno più. A quel punto si eliminerà anche il vecchio rullo, non più utilizzabile con i nuovi meccanismi, e una volta liberato il cassonetto posto sopra la finestra lo si potrà pulire per essere sede del nuovo meccanismo di avvolgimento.

Prima di iniziare con il montaggio vero e proprio è bene procurarsi tutti gli strumenti utili per le operazioni e nel dettaglio:

  • Una sega da ferro o un flessibile da taglio
  • Una lima da ferro
  • Un trapano con punte di piccolo diametro 2-2,5-3 mm in base alla vite di fermo del motore
  • Un martello
  • Matita
  • Cacciavite a croce
  • Cacciavite piccolo a taglio
  • Cacciavite da elettricista
  • Forbice
  • Metro flessibile
  • Livella o bolla
  • Una scala stabile per agire all'interno del cassonetto

Quando ci saremo procurati tutto il necessario potremmo iniziare il lavoro, passando a vedere come motorizzare tapparelle.

Come montare motore tapparelle

Motorizzare tapparelle non è un'operazione troppo complessa, ma l'installazione del motore è probabilmente la parte più critica dell'intero lavoro, e quella dove si dovrà fare la maggiore attenzione. Per motorizzare le tapparelle, si trovano in commercio dei motorini che dovranno essere installati ad una delle estremità del rullo, in modo da conferire il movimento automaticamente. Per prima cosa bisognerà fissare la corona all'estremità del rullo tramite il perno centrale, e questa servirà per la connessione del motore al rullo stesso.

A questo punto dovremmo far scorrere la corona sulla testa del motore, fino ad avere la corretta connessione tra le due componenti ed il relativo incastro perfetto per non avere problemi di mobilità delle tapparelle. Il punto in cui viene innestata la puleggia di trascinamento al perno motore è utile come riferimento per fissare la vite di fermo dalla parte opposta del rullo. A questo punto infatti, una volta assemblato il motore, potremmo inserirlo all'interno del rullo, fissandolo con la vite di fermo appena citata e con la misurazione effettuata in maniera precisa.

In base al tipo di cassonetto dovremmo poi scegliere il tipo di supporto con cui installare il rullo con motore inserito, per avere cura di posizionarlo in modo da trovarsi sul lato dell'alimentazione elettrica, che sarà il passaggio successivo da affrontare dopo l'installazione del motore.

Le ultime cose da controllare dopo il fissaggio del nuovo rullo motore all'interno del cassonetto, sono relative al corretto posizionamento del rullo stesso, che dovrà essere perfettamente dritto, e pertanto è consigliabile controllarlo con una bolla dopo l'installazione definitiva.

I collegamenti elettrici delle tapparelle avvolgibili motorizzate

Ora che il motore è in posizione si può passare alla parte dei collegamenti necessari ad azionare il movimento delle tapparelle elettriche. La cosa a cui fare attenzione in maniera particolare in questo caso è il tipo di interruttore che si andrà ad installare. Infatti benché simile nell'aspetto, la pulsantiera che aziona il movimento della tapparella non è la stessa che comanda le luci. Per motorizzare le tapparelle sarà assolutamente necessario dotarsi di un interruttore con invertitore di fase, questo per alternare i movimenti di apertura e chiusura, ed evitare di azionarli entrambi nello stesso momento con il rischio concreto di bruciare il motore. In commercio vi sono numerose pulsantiere adatte alla funzione, e il consiglio è quello di cercare quelle che potranno inserirsi nello spazio lasciato dal vecchio meccanismo di avvolgimento, così da tappare il buco e passare comodamente i cablaggi negli spazi interni.

Lo schema per i collegamenti tra pulsantiera e motore sono presenti nelle istruzioni e non sarà difficile mettere in connessione i due elementi. Si dovrà poi alimentare la pulsantiera per avere finalmente le nostre tapparelle funzionanti a pieno regime. Prima di fare gli opportuni collegamenti assicurarsi sempre di staccare il contatore generale della luce per evitare spiacevoli e pericolosi inconvenienti. Cerchiamo quindi la presa di corrente più vicina (quando non abbiamo cassonetti predisposti al cablaggio), e sbucciando gli ultimi 10 cm dei tre cavi, fase, terra e neutro, andiamo a collegare con l'ausilio di morsetti alla corrente elettrica. Ridiamo quindi corrente all'impianto per le prove di funzionamento e se tutto funziona possiamo richiudere e ritenere concluso il lavoro di montaggio tapparelle elettriche.

Vai all'articolo precedente:Come installare un videocitofono
LoginAccount
Torna su
Cookie Image