Aiuto
Menu

Come fare l'orto sul balcone: idee, consigli e piante da scegliere

Come fare l'orto sul balcone: idee, consigli e piante da scegliere

Possedere un piccolo spazio verde dove allestire un orto da balcone non è di certo un privilegio esclusivo: basta una buona organizzazione e una serie di piccoli accorgimenti per poter coltivare facilmente frutta, verdura o profumatissime erbe aromatiche in grado di abbattere i costi nella spesa quotidiana col vantaggio di poter gustare prodotti a km 0 e totalmente biologici, a tutto beneficio della salute.

Primo step basilare per creare un piccolo orto in balcone è sicuramente ricavare da tale zona una sezione sufficientemente grande che risulti soleggiata, ma al contempo riparata dal vento: è opportuno per questo motivo scegliere sempre la parte più interna della terrazza, dedicando invece quella più esterna a eventuali fiori e piante.

Come fare un orto sul balcone? Semplicemente procurandosi vasi e cassoni nei quali disporre il terriccio prima di procedere alla coltivazione, esattamente come se rappresentassero un vero e proprio piccolo terreno. Ecco dunque una serie di consigli e suggerimenti dedicati a come allestire adeguatamente un orto sul balcone fai da te.

Orto da balcone fai da te: come allestirlo

Creare un mini orto da balcone è molto più semplice di quanto si possa immaginare poiché tale pratica, oltre a risultare particolarmente rilassante, è in grado di offrire moltissime soddisfazioni. Tuttavia occorrerà selezionare le piante più corrette, e coltivarle nella maniera più adeguata seguendo qualche piccolo accorgimento utile. Innanzitutto dunque occorre partire dalla scelta dei vasi, delle fioriere o dei cassoni necessari ad accogliere le varie specie da coltivare.

Tutti e tre rappresentano valide alternative adattabili in funzione dello spazio a disposizione sul balcone, tuttavia i cassoni e le fioriere risultano particolarmente funzionali poiché consentono di ottimizzare lo spazio, permettendo alle piante una crescita ottimale. Le misure ottimali sono caratterizzate da circa 100 cm in lunghezza e almeno 50 cm sia in larghezza che in altezza, in modo da consentire alle specie inserite di avere tutto lo spazio necessario per un corretto sviluppo.

Ogni cassone deve presentare una serie di fori sul fondo, in modo da consentire il corretto drenaggio dell'acqua. Ideale inoltre sarebbe dotare la struttura, di un piccolo serbatoio d'acqua, che garantisca agli ortaggi l'autonomia idrica necessaria. Un sistema di irrigazione di questo tipo, seppur semplice e minimale, consente di irrigare ogni pianta dal basso verso l'alto preservando le parti aeree da eventuali infestazioni fungine date dall'eccessiva umidità.

Una valida alternativa all'allestimento di vasi e fioriere è sicuramente rappresentata dal moderno orto verticale da balcone che al contrario, invece di svilupparsi in larghezza, necessita unicamente di una serie di piccole mensole a parete che faranno da sostegno ai piccoli vasetti o alle bottiglie in plastica nelle quali verranno coltivate le piantine. Una soluzione di questo genere è perfetta qualora si desideri coltivare una notevole varietà di erbe aromatiche, che peraltro non necessitano di particolari cure o manutenzione.

Come preparare l'orto sul balcone

Una volta scelto il supporto che costituirà il piccolo orto sul balcone, occorre dedicarsi alla scelta del terriccio: l'ideale in questo caso è una miscela che includa la presenza di torba e fertilizzanti organici quali ad esempio il guano, in modo da determinare un terreno fertile e idoneo alla crescita ottimale delle specie scelte.

Occorre però sfruttare anche l'argilla espansa: questo materiale risulta utile per creare uno strato sufficientemente spesso e posto sul fondo della fioriera, ma separato da esso mediante un foglio di tessuto/non tessuto, in grado di drenare al meglio i liquidi senza provocare ristagni deleteri. Una volta preparata adeguatamente la struttura per ospitare la coltivazione, sarà opportuno posizionarla entro uno spazio soleggiato, ma non eccessivamente esposto alle intemperie, in modo tale da proteggere le piante favorendone un microclima ottimale.

Durante la stagione invernale risulterà importante riparare la struttura allestendo una sorta di piccola serra, o più semplicemente ricoprendo vasi e fioriere con uno strato di cellophane che svolga la funzione di isolante termico, specie se le piante rischiano di essere sottoposte a temperature eccessivamente rigide.

Orto sul balcone cosa piantare

Orto in balcone cosa piantare dunque? Sono tantissime le specie di ortaggi che si prestano ad essere coltivate su una comune terrazza. Durante le stagioni primaverile ed estiva, l'ampia scelta a disposizione offre molteplici possibilità: peperoni, peperoncini e pomodori rappresentano un grande classico, così come le erbe aromatiche quali prezzemolo, basilico, erba cipollina.

Non possono mancare melanzane, aglio, cipolle e ravanelli, ma di fatto le protagoniste sono da sempre le insalate in tutte le declinazioni e varietà: rucola, lattuga, scarola, valeriana e radicchio, giusto per citare alcuni esempi. Non possono inoltre mancare le fragole, resistenti e facili da gestire anche su un terrazzo, cosi come alberi da frutto in miniatura quali melograni, ciliegi e peschi a sviluppo nano. In inverno invece è possibile sbizzarrirsi con ortaggi resistenti, anche se piuttosto particolari quali carciofi, patate e carote.

In questo modo risulterà molto semplice possedere un autentico spazio verde anche su un piccolo balcone o una semplice terrazza.

Vai all'articolo precedente:Come fare un'aiuola: realizzazione e piante per creare un angolo fiorito
Vai all'articolo successivo:Come progettare un impianto irrigazione giardino?
LoginAccount
Torna su
Cookie Image